Corbyn 22

Catch 22 e’ un’espressione inglese che vuole rappresentare una situazione paradossale da cui un individuo non puo’ scappare a causa di circostanze contraddittorie. Bene, Corbyn is in a catch 22 situation . Da una parte si trova ad avere il gruppo parlamentare del Labour che lo vuole sfiduciare. La sconfitta nel referendum per la permanenza nell’Unione Europea ha offerto l’occasione per sfiduciare un leader che in fondo al gruppo parlamentare non e’ mai piaciuto. Accusato di essere Old Labour, poco televisivo e poco electable (specialmente in vista di elezioni anticipate – altra eventualita’ in seguito il voto a favore della Brexit). La totale mancanza di fiducia tra leader e gruppo parlamentare rende l’amministrazione delle strategie di partito praticamente impossibile. Sarebbe come chiedere ad un allenatore di giocare una partita di calcio con 7 giocatori piuttosto che 11, e senza direttore tecnico. Dall’altra ha avuto un mandato forte dalla base per diventare leader del Labour Party, solo a settembre dell’anno scorso. Corbyn e’ stato scelto dal 60% della base Labour ( 50% dei party members, 84% dei registered supporters – supporter del Labour ma non membri del partito e 57% degli affiliated supporters- membri delle trade unions). Pochi leader di partito possono presentare queste credenziali. E’ anche uno di quei pochi leader che e’ riuscito e riesce a entusiasmare il voto giovanile. Ieri sera quasi 10mila persone si sono riunite a manifestare il loro supporto, e tra loro molti giovani. Si puo’ certamente discutere sulle tempistiche di quello, che per alcuni e’ un vero e’ proprio golpe contro il leader. In molti si chiedono se questo fosse il momento giusto. Se non fosse stato meglio concentrarsi sullo sfruttare l’occasione per attaccare un partito conservatore diviso, un governo battuto o i supporters del Leave che si affannano a rimangiare le promesse elettorali, molto prima che canti il gallo piuttosto che concentrarsi in un self-indulging soul searching. Cosa succedera’? Difficile da prevedere. Qualsiasi sara’ la scelta, da una parte Corbyn tradirra’ il voto popolare, rimarcando la distanza tra il partito ( e la meccanica della gestione di un partito moderno) e la propria base. Dall’altra e’ difficile capire come un leader possa lavorare con la sfiducia del partito parlamentare. Ieri ho letto l’unica domanda che forse puo’ aiutare a decidere..chiedetevi perche’ il conservative party e’ contento di avere Corbyn come leader? [tags Corbyn catch 22, Labour, UK, Conservative, Brexit]

Related Post

It's only fair to share...Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someoneShare on RedditDigg this

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *